Home  »  Tour Fermo

Fermo: Enogastronomia e Shopping

A Fermo va in scena il teatro e non solo. Il Teatro dell’Aquila, dichiarato monumento nazionale, è tra i più preziosi gioielli di arte ed architettura nelle Marche. La sua capienza di un migliaio di posti lo colloca tra i maggiori teatri italiani.

Tra mare e Sibillini, bagnanti ed escursionisti sono ben accontentati e oltre a storia, cultura, arte, tradizioni ben distribuite in tutta la provincia sicuramente di rilievo le Cisterne Romane, la Pinacoteca Civica, la Biblioteca, la Cattedrale e la Piazza del Popolo di Fermo, ma anche il castello di Moresco, tutto il litorale e Torre di Palme con il suo balcone panoramico sulla cima di un colle.

Tutta la provincia ha il privilegio e la peculiarità di concentrare su di sé la produzione del “fatto a mano”: basti pensare che il distretto calzaturiero qui vanta un primato nazionale, insieme a poche altre zone d’Italia.

Calzature e cappelli sono noti in tutto il mondo, pregiate sono le attività di ebanisteria e del restauro del mobile, e tutto è fruibile attraverso i piccoli negozi disseminati sul territorio e gli outlet di brand famosi.

Il turista quindi, può unire in un’unica vacanza storia, cultura, i sapori gastronomici del territorio e la ricerca di grandi affari nel settore dell'abbigliamento e delle calzature. Sono presenti qui laboratori con griffe riconosciute a livello mondiale.

A Casette d’Ete sorge un polo dedicato al lusso: Il Castagno Brand Village. Qui si può trovare l’eccellenza manifatturiera, quella di un distretto calzaturiero di primo livello dove scovare scarpe e accessori esclusivamente realizzati a mano da aziende locali.

Non da meno i prodotti tipici dell’enogastronomia del territorio fermano, dai suoi maccheroncini di Campofilone, alla frutta e verdura nell’area della Valdaso. La gastronomia rispecchia le tradizioni contadine: ogni piatto porta con sé il gusto autentico di prodotti genuini. Tra i piatti tipici ricordiamo le paste all’uovo, il ciambellotto della trebbiatura, accompagnato dal vino cotto o dal mistrà casalingo.